ANPAN

Associazione Nazionale Personale Aero Navigante

AEREI: AIRBUS E BOEING CHIUDONO IL BOURGET CON ORDINI PER 120 MLD

02/07/2007

(ASCA) - Roma, 25 giu - Il salone aerospaziale di Le Bourget a Parigi chiude
i battenti con numeri record. Assoluto protagonista e' stato Airbus che nei
giorni del salone ha annunciato un fiume di ordini per nuovi aerei
dopo un anno difficile, tra inchieste giudiziarie e ritardi dei nuovi
programmi e due cambi del vertice in appena 4 mesi.


L'industria del trasporto aereo a Parigi conferma il positivo stato di
salute grazie alla ripresa del trasporto aereo.


Airbus e Boeing nei sei giorni della manifestazione hanno annunciatonuovi
ordini per un controvalore record che sfiora i 120 miliardi di dollari.
Airbus ha fatto del salone l'appuntamento per evidenziare la svolta. Il
numero uno del costruttore controllato da Eads, Louis Gallois,
si e' presentato annunciando che ''Airbus is back'', Airbus e' tornato, per
far poi parlare i numeri delle commesse annunciate. Ordini fermi per 425
velivoli e memorandun d'intesa per altri 303 aerei con un controvalore, a
prezzi di listino, di circa 98 miliardi di dollari. E alla Boeing che
continua ad accusare Airbus di vendere gli aerei con sconti fortissimi,
Gallois ha replicato che ''non sacrifichiamo i margini per vendere i nostri
aerei. Gia' scontiamo la debolezza del dollaro, anzi il nostro concorrente
trae benefici ingiusti dalla libera fluttuazione del dollaro e dovrebbero
interessarsi i nostri governi e il Wto''.


Polemiche a parte, Airbus ha potuto tirare un sospiro di sollievo sul nuovo
programma dell'A350 che ha incassato ordini per 141 aerei portando il totale
a 232, di cui 154 sono ordini fermi.


Numeri consistenti ma ancora ben distanti dal concorrente B787 Dreamliner
(al quale partecipa con una quota consistente Alenia Aeronautica) che solo
nei primi 6 mesi dell'anno registra ordini per 145 elivoli portando il
totale a oltre 600.


Per il costruttore americano, anche se non scintillante, il salone di Parigi
e' stata l'occasione per annunciare ordini per 129 aerei con un controvalore
a prezzi di listino intorno ai 20 miliardi di dollari. E con queste nuove
commesse il portafoglio ordini 2007 si porta a 510 velivoli, un livello
molto consistente che potrebbe portare la Boeing a chiudere l'anno con un
nuovo record di ordini, superando i 1.044 velivoli del 2006.


Il minimo di appena 272 velivoli del 2004 sembra ormai un lontano ricordo.
Anche Airbus, nonostante le difficolta' del recente passato, potrebbe
chiudere il 2007 con un volume di nuovi ordini ben superiore ai 600
velivoli, che era un target prudenziale annunciato dal costruttore, dopo
gli 824 velivoli del 2006 e il record nel 2005 con 1.111 aerei ordinati.
Numeri positivi non solo per i colossi Airbus e Boeing ma anche per gli
altri costuttori aeronautici. In particolare Atr (joint venture tra
Finmeccanica e Eads) nei giorni del salone ha annunciato ordini per 31 nuovi
aerei piu' opzioni ai quali sommare l'ordine firmato oggi a Roma per
10 aerei e altri 10 in opzione.