ANPAN

Associazione Nazionale Personale Aero Navigante

RISCHIO DANNI DNA PER PILOTI SEMPRE IN VOLO

12/12/2008

I piloti di linea che hanno accumulato numerose
ore di volo rischiano di subire danni al loro Dna a causa dell'effetto
delle radiazioni cosmiche ionizzanti emanate dal sole e da altre stelle.

Lo
riferisce uno studio pubblicato sulla rivista "Medicina occupazionale e
dell'ambiente".

Un gruppo di ricercatori statunitensi del National
institute for occupational safety and health e del National cancer
institute ha comparato la percentuale di anomalie cromosomiche nei campioni
di sangue di 83 piloti di linea e in quelle di 50 impiegati dell'università
della stessa città, prelevati tra dicembre 2001 e settembre 2002. Tenendo
presente l'età e la tendenza al fumo, due fattori che possono modificare il
Dna, i ricercatori hanno messo in rilievo come le traslocazioni
cromosomiche siano più frequenti, di 2,6 volte, nei piloti che hanno volato
più a lungo.

Ma i risultati della ricerca non possono considerarsi
esaustivi: secondo gli studiosi resta ancora da stabilire il legame tra
l'esposizione alle radiazioni e il rischio di contrarre il cancro.