ANPAN

Associazione Nazionale Personale Aero Navigante

USA - COMPAGNIE AEREE OPERANO RIDUZIONI PESO A BORDO

10/05/2008

Questa è una delle soluzioni in atto per fronteggiare il forte aumento del
prezzo del carburante verificatosi anche in USA.



Decurtare il più possibile il peso a bordo degli aerei. E' questa la nuova
politica seguita dai vettori americani per
risparmiare carburante, dati i costi sempre più elevati del kerosene. "La
pressione per tagliare il peso a bordo dei velivoli è notevole" ha
dichiarato John Heimlich, capo economo dell'Associazione americana per il
trasporto
aereo. "Un centesimo in più ogni 3,5 litri di carburante aggiunge 123,45
milioni di euro all'anno alle spese del settore. "Se i prezzi del carburante
continuano ad aumentare, le aerolinee saranno costrette a mantenere fermi
alcuni dei loro aerei concentrando al massimo i passeggeri negli aerei
rimanenti" ha detto Heimlich, aggiungendo che "in questo momento le
compagnie stanno procedendo a tagliare la quantità di tutti i servizi
offerti a bordo ed ora manca solo il taglio dei viveri".

Il prezzo del
carburante aereo, che ai primi di aprile era fissato a New York dal
Dipartimento dell'informazione per l'energia a 2,01 euro ogni 3,8 litri, è
raddoppiato dall'inizio del 2007. Per Tom Opderbeck, capo manager dei
programmi strategici dell'American Airlines, la compagnia sta tentando di
tagliare il peso "a vuoto" degli aeroplani intervenendo sugli oggetti che
non sono all'attenzione immediata dei passeggeri: vengono eliminate le prese
di corrente nelle toilette, tagliati i convertitori dalle pareti, rimossi i
telefoni dai sedili, sostituiti i vassoi d'argento e i bicchieri di vetro
della bussiness e della prima classe con materiali più leggeri. "Ho sempre
pensato che siamo arrivati alla fine della lista, ma mi accorgo che troviamo
sempre nuovi oggetti da rimuovere" sottolinea Opderbeck, aggiungendo che
ogni decurtazione è utile soprattutto per una compagnia come la American
Airlines che effettua più di 750mila voli ogni anno".

Nel 2007, l'American
Airlines ha bruciato 10,6 miliardi di litri di carburante. Dopo i recenti
tagli di peso, la compagnia stima di poter risparmiare quest'anno circa
420,17 milioni di litri.

E anche la US Airways ha effettuato tagli simili
intervenendo sui carrelli viveri. "Abbiamo sostituito i vecchi carrelli con
dei nuovi che pesano ognuno 5,44 chili di meno" ha dichiarato Sherri
Shamblin, vice-presidente per i servizi di bordo della US Airways. "Quando
si spostano dai sei ai 35 carrelli in un aeroplano, il risparmio di peso è
ovvio. A livello di carburante, questo significa un risparmio di 1,08
milioni di euro di carburante all'anno" ha aggiunto Shamblin.

Molte
compagnie stanno anche tentando di volare in modo diverso per essere più
efficienti in materia di risparmio energetico. Vengono trasportati meno
acqua e meno carburante nei serbatoi (rifornimento economico) o viene
inserita la potenza elettrica al suolo non appena
l'aereo arriva al parcheggio e vengono continuamente studiate rotte nuove
per effettuare tratte più dirette.