ANPAN

Associazione Nazionale Personale Aero Navigante

CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA'

02/07/2012

Come preannunciato dall’Associazione, l’INPS ha iniziato col mese di luglio ad applicare sulle pensioni degli iscritti al Fondo Volo la trattenuta per il “contributo di solidarietà” istituito con la legge 214/2011. Sono escluse dal tributo le pensioni di importo pari o inferiore a 5 volte il trattamento minimo INPS (per l’anno 2012 è di 2402,65 euro lordi), le pensioni e gli assegni di invalidità e le pensioni di inabilità. Tutti gli altri trattamenti sono invece soggetti a trattenuta mensile dello 0,3%, 0,6% o 1 % in funzione dell’anzianità posseduta al 31 dicembre 1995 per un arco di tempo che va dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2017.


La trattenuta sarà quindi doppia da luglio fino alla fine di quest’anno a causa del recupero degli arretrati dovuti per le sei mensilità trascorse da gennaio 2012.


E’ convinzione dell’ANPAN che – a parte l’iniquità della norma che si accanisce soltanto verso una popolazione già soggetta a forti tassazioni e a blocchi perequativi – non solo sia stato trascurato il fatto che il Fondo di previdenza del Personale di volo già contribuisce dal 1986 con percentuali del proprio bilancio a favore della gestione del Fondo Lavoratori Dipendenti – ma che ci siano anche stati errori e illegittimità nel computo fatto dall’INPS per determinare l’entità dei nuovi tributi individuali.


In particolare si ritiene non corretta l’applicazione della norma per come è stata scritta (con risvolti interpretativi anche per gli iscritti tuttora attivi) nonché contestabile secondo profili di costituzionalità per il fatto di avere incluso nella base imponibile anche la quota eventualmente capitalizzata.


Illegittimità ed errori che intendiamo contestare inizialmente ai Responsabili dell’INPS cui spetta il compito di correggerli quanto prima possibile non trascurando, nel frattempo, di predisporre tutte le azioni legali che fossero ritenute necessarie nel caso di non accoglimento delle nostre argomentazioni.


L’ANPAN – in nome e per conto dei propri Associati – si farà quindi carico degli iniziali ricorsi amministrativi tenendo gli interessati tempestivamente informati di tutte le iniziative che verranno assunte o suggerite in proposito.



Nell’occasione riteniamo di informare anche quegli Associati che, a causa del reddito superiore a 90.000 euro lordi/anno, fossero già stati assoggettati all’altro contributo di solidarietà decretato nell’agosto 2011 dal governo Berlusconi, che - in qualche caso - ci sono stati errori applicativi da parte dell’INPS. Pertanto si suggerisce ai predetti interessati di controllare l’importo effettivamente trattenuto e se corrisponde al dovuto.